spalle al mare

— francesco mannironi 

Gianluca Vassallo in un viaggio nella sua New York che serve a pulire lo sguardo, rassettare il cuore e a trovare, in un mondo che ha già indagato, detestato, portato a sè, qualcosa che valga ancora la pena raccontare, mettendo in crisi il rapporto di forza tra poetica e realtà, tra ricerca di sè nel discorso fotografico e restituzione di un sentire corrotto, sensibile. Il blog, allora, diventa un obbligo di scrittura visiva che renda chiaro il confine tra l’artista e il suo sistema di rappresentazione, tra il romanzo senza protagonisti che scrive con la luce e la sua vita viva.

white

box

studio.

— specials